Il percorso

Da qui non resta che scendere seguendo i segnali fino all’ingresso di Mani Pulite (1435 m s.l.m.). Altro meno mille, anch’esso scoperto e inizialmente esplorato dal Gruppo Speleologico Lucchese a metà degli anni ’80 fino a circa -200 e successivamente esplorato dal Gruppo Speleologico Fiorentino CAI fino a -1060. Questa grotta oltre ad essere profonda è anche molto estesa, con bellissime e grandissime gallerie, e rappresenta una parte consistente del sistema (almeno una dozzina di chilometri).

Mani Pulite è anche la grotta più protesa in direzione della sorgente di cui è tributaria la gran parte della Carcaraia, cioè della bellissima e copiosa sorgente di Equi Terme.

Ingresso Mani Pulite (1159 T/LU)

Dall’ingresso di Mani Pulite, scendendo bruscamente lungo un sentiero CAI abbandonato, si guadagna il fondo del rio Rondegno in un punto pianeggiante, dove si trovano numerosi buchi con molta aria che certamente sono da mettere in relazione con i sottostanti ed enormi “Salooooooni” Marcella di Mani Pulite.

 

 

Dalla piana, tendendo a destra e seguendo il sentiero che costeggia il rio Rondegno, si guadagna infine la strada di cava che scende dalla Focolaccia sfiorando l’ingresso del Capovaro che si apre sul fondo del canale. Il Capovaro è una piccola, franosa e ventosa grotta che funziona da ingresso meteobasso (profondità -300) scoperta dal Gruppo Speleologico Fiorentino nel 2002 e che sicuramente è connessa con Mani Pulite.
Raggiunta la strada oramai è fatta ed in breve si scende fino alla galleria. [TORNA ALL’INIZIO]

 

 

Pages: 1 2 3 4 5